BULLISMO

Una definizione

Quella particolare forma di violenza definita come “sistematico abuso di potere, dominio continuo e ripetuto, teso ad intimidire, manipolare o ferire un’altra persona“.

Chi riguarda?

É un problema che interessa la maggior parte dei sistemi educativi europei e coinvolge gli studenti di tutte le età e di ogni ambiente sociale.

Come riconoscerlo?

Non si tratta dei normali conflitti o litigi che avvengono fra studenti, ma di vere e proprie sopraffazioni preordinate, di soprusi, che sistematicamente, con violenza fisica, morale e psicologica, vengono reiteratamente imposti su soggetti particolarmente deboli ed incapaci di difendersi, portandoli spesso ad una condizione di disagio.

Cosa fare? 

La scuola rappresenta quindi il principale teatro dove questo fenomeno si manifesta ed è alle scuole che si rivolgono i nostri interventi. Gli obiettivi generali sono quelli di promuovere una cultura di rispetto e solidarietà e ridurre il fenomeno delle prepotenze sia tra alunni che tra questi ultimi e gli insegnanti.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. VIETATA LA COPIA ANCHE PARZIALE 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: